Home

Martedì 9 marzo la Federazione Regionale degli Ordini APPC del Friuli Venezia Giulia ha inviato alla Direzione Centrale Pianificazione Territoriale Autonomie e Sicurezza della Regione Friuli Venezia Giulia le Osservazioni al Regolamento d’attuazione della Legge Regionale 19/2009.

Il Regolamento d’attuazione, emanato ai sensi dell’articolo 2, della l.r. 19/2009 (Codice regionale dell’edilizia), riguarda, tra le altre cose, il calcolo dei parametri edilizi, le disposizioni in materia di oneri e le disposizioni applicative in materia di sicurezza nei cantieri.

In questo quadro l’Ordine APPC della provincia di Trieste ha istituito una Commissione a cui hanno partecipato sette colleghi che ringraziamo sentitamente, oltre a tre componenti del Consiglio, i quali hanno steso un documento fatto poi proprio dalla Federazione.

La Commissione ha ritenuto opportuno esprimersi sul solo art.2 del detto regolamento, ovvero quello dedicato alla determinazione dei Criteri di misurazione dei parametri edilizi, ritenendo quest’articolo di particolare importanza ai fini di una miglior attuazione delle trasformazioni del territorio e dello spazio architettonico.

In particolare, rispetto al calcolo del volume, la proposta di fondo avanzata dalla commissione è stata quella di spingere la normativa verso un modello più ‘europeo’, inglese e francese in particolare, che vede nel solo rapporto tra superfici e altezze massime i parametri urbanistici essenziali della costruzione. Una strada che, se da un lato si pone l’obiettivo a lungo termine di andare verso una maggior unificazione dei sistemi europei, dall’altro permette di liberare, almeno in parte, la possibilità di articolare gli spazi interni, come per esempio attraverso doppie altezze, senza penalizzarle a livello ‘volumetrico’. La Commissione ha ritenuto così, attraverso la proposta dell’ introduzione di un’altezza utile massima ‘virtuale’ di 2,70 m, di ‘sostituire’ il calcolo del volume reale attraverso un calcolo di volume ‘virtuale’, così come viene definito anche in alcuni regolamenti edilizi italiani.

Le proposte dell’Ordine APPC di Trieste sono state apprezzate e condivise da tutti gli altri Ordini della Regione, motivo di ulteriore soddisfazione per il lavoro compiuto dai nostri iscritti, cui va un ulteriore caloroso ringraziamento.

OAPPC/TS – LR19/2009 – Osservazioni al regolamento d’attuazione.pdf

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...