Home

Roma, 24 aprile 2012. “E’ molto positivo che il DEF – Documento di Economia e Finanza,  approvato  dal Governo e del quale si è avviata la discussione parlamentare – realizzi una svolta verso una nuova politica per la “riqualificazione funzionale delle città e il rilancio dell’edilizia”, mettendo a frutto il lavoro di analisi e le proposte lanciate in questi ultimi mesi dal Consiglio Nazionale degli Architetti, dall’Ance e da Legambiente. Particolarmente importante poi è l’approccio complessivamente articolato e strutturato evidenziato dal documento, sintetizzato nell’obiettivo di “garantire l’efficienza organica delle funzioni delle città”.

Così il Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori.

“L’intenzione di promuovere nuove politiche per la città a Programma nazionale – continua – dopo una sperimentazione su tre città, conferma la serietà del progetto proposto a cui il Ministro Passera e il Viceministro Ciaccia avevano già dato risposta positiva e che oggi, grazie a loro, diventa oggetto di politica per lo sviluppo. Altrettanto importanti  sono le parti del documento che si riferiscono all’uso dei contratti di quartiere, alla ricostruzione dell’Aquila, alla messa a valore dei fondi europei e delle defiscalizzazioni”.

“Gli architetti italiani – conclude –  confermano la completa disponibilità a contribuire, sia in fase di studio che di attuazione, al progetto di Rigenerazione Urbana Sostenibile, in sinergia con il mondo delle costruzioni e dell’ambientalismo, per il comune fine di città più efficienti, attraenti e abitabili.

Pubblicità
Pubblicato in: Consiglio Nazionale degli ArchitettiCommenti disabilitati su DEF: Architetti, Consiglio Nazionale, “positivo che si punti alla riqualificazione funzionale delle città e al rilancio dell’edilizia””