Home

corte suprema

Il Consiglio di Stato con la sentenza 21/2014 ribadisce la competenza esclusiva degli iscritti all’Ordine in materia di beni culturali, chiudendo un lungo confronto sulle competenze tra architetti e ingegneri che ha coinvolto anche la Corte di Giustizia europea e la Corte Costituzionale.

Rimangono quindi confermati i principi dell’articolo 52 del Regio Decreto 2537/1925 in quanto il Consiglio di Satato chiarisce che la Direttiva europea 384/1985 non ha equiparato i due titoli professionali.

Conseguentemente non c’è quindi discriminazione tra gli Ingegneri italiani e quelli europei, anzi il Consiglio di Stato rileva che sono i professionisti italiani in possesso della laurea in ingegneria, in analogia ai colleghi belgi, portoghesi e greci, ad essere in una posizione di vantaggio rispetto agli altri colleghi europei.

Pubblicità
Pubblicato in: Senza categoriaCommenti disabilitati su beni culturali riserva esclusiva